Enogastronomia

Le Bollicine di Franciacorta

Le Bollicine di Franciacorta

Natale senza bollicine? Giammai!

Ed ovviamente italiane! Sebbene la diatriba con i “cugini” francesi sia sempre dietro l’angolo. La zona più interessata a questo confronto è sicuramente la Franciacorta, una zona compresa tra Brescia ed il Lago d’Iseo che ospita numerosi produttori di questo brut italiano, primo ad ottenere la classificazione DOCG.

Che siano Satèn, Rosé, Millesimato o Riserva, le “Bollicine di Franciacorta” sono ormai conosciute anche al di fuori dei nostri confini grazie anche ad una attenta campagna di comunicazione che, nel corso degli anni, ha affiancato l’evolversi degli standard produttivi.

Le diverse cantine disseminate in questa incantevole zona collinare hanno caratteristiche di prodotto ben diverse una dall’altra grazie al sapiente operato degli enologi che contribuiscono in modo incisivo alla personalizzazione di ogni “Franciacorta”.

Piacevole notare come sia di spessore la presenza femminile in tante aziende dalle dimensioni le più diverse. Spesso appartenenti a generazioni successive, governano con ottimi risultati portando una raffinata ventata di eleganza in un mondo che per decenni era stato soltanto una prerogativa maschile.

Il Franciacorta è prodotto con uve Chardonnay e/o Pinot nero ma è consentito anche l’uso del pinot bianco fino ad un massimo del 50% dell’uvaggio.

Per quanto riguarda l’affinamento sui lieviti dall’imbottigliamento alla sboccatura si va dai 18 mesi del Franciacorta ai 30 mesi del Millesimato arrivando ai 60 mesi del Riserva.

La temperatura di servizio va dagli 8° gradi ai 10° gradi.

La versatilità delle varie declinazioni: Bianco, Satèn e Rosé lo rendono semplicemente perfetto per il periodo natalizio. Che si tratti di un aperitivo per scambiarsi gli auguri con gli amici, a base di bollicine, ostriche e caviale, oppure di un pranzo od una cena più impegnativa, ogni Franciacorta è pronto a soddisfare qualsiasi palato e qualsiasi abbinamento. Sia con pietanze a base di carne che con pietanze a base di pesce.

Non possiamo dimenticare la sera più “festeggiata” vale a dire quella dell’ultimo dove le bollicine di Franciacorta, spumeggianti ed irresistibili, rappresentano il miglior viatico per festeggiare la notte più lunga ed iniziare come si conviene l’inizio di un nuovo anno!

www.romanticafranciacorta.com/